Le fonti del Processo Tributario Telematico

Di seguito le fonti normativa fondanti il Processo Tributario Telematico
(è sufficiente cliccare sul link per aprire la pagina del MEF dedicata alla normativa citata)

decreto del Ministro dell’Economia e delle Finanze in data 23 dicembre 2013, n. 163 (pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 37 del 14 febbraio 2014), «Regolamento recante la disciplina dell’uso di strumenti informatici e telematici nel processo tributario in attuazione delle disposizioni contenute nell’art. 39, comma 8, del decreto legge 6 luglio 2011, n. 98, convertito, con modificazioni, dalla legge 15 luglio 2011, n. 111», di seguito denominato «regolamento»;

decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n.445, recante il «Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa», di seguito denominato «Testo unico»;

decreto del 26 aprile 2012, recante le «Regole tecniche per l’utilizzo, nell’ambito del processo tributario, della Posta Elettronica Certificata (PEC), per le comunicazioni di cui all’art. 16, comma 1-bis, del decreto legislativo n. 546 del 31 dicembre 1992»;

decreto legislativo 7 marzo 2005, n. 82, recante il «Codice dell’amministrazione digitale» (di seguito denominato «CAD»);

decreto del Presidente della Repubblica 11 febbraio 2005, n. 68, «Regolamento recante disposizioni per l’utilizzo della posta elettronica certificata, a norma dell’art. 27 della legge 16 gennaio 2003, n. 3»;

decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 3 dicembre 2013, recante le «Regole tecniche per il protocollo informatico ai sensi degli articoli 40-bis, 41, 47, 57-bis e 71, del Codice dell’amministrazione digitale di cui al decreto legislativo n. 82 del 2005»;

decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 3 dicembre 2013, recante le «Regole tecniche in materia di conservazione ai sensi degli articoli 20, commi 3 e 5-bis, 23-ter, comma 4, 43, commi 1 e 3, 44, 44-bis e 71, comma 1, del Codice dell’amministrazione digitale di cui al decreto legislativo n. 82 del 2005»;

decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 13 novembre 2014, recante le «Regole tecniche in materia di formazione, trasmissione, copia, duplicazione, riproduzione e validazione temporale dei documenti informatici, nonche’ di formazione e conservazione dei documenti informatici delle pubbliche amministrazioni, ai sensi degli articoli 20, 22, 23-bis, 23-ter, 40, comma 1, 41 e 71, comma 1, del Codice dell’amministrazione digitale di cui al decreto legislativo n. 82 del 2005»;

decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196, recante «Codice in materia di protezione dei dati personali»;

art. 3, comma 3, del citato decreto ministeriale del 23 dicembre 2013, n. 163;

parere del Garante per la protezione dei dati personali, espresso con provvedimento n. 314 in data 28 maggio 2015; (Link al sito del Garante Privacy)

Agenzia per l’Italia Digitale, espresso con determinazione n. 23/2015 in data 1° luglio 2015.